Stampa
Visite: 546

In Svezia, è molto comune sia per i nuovi allevatori che per gli allevatori di lunga data non avere un proprio maschio.
Spesso ci rivolgiamo l'uno all'altro per quello che voi chiamate servizio di stalloni, questa è una cultura tra noi in Svezia.

Ma quando volete prendere in prestito un maschio, assicuratevi di fare prima un po' di lavoro di preparazione da soli.
Se siete davvero nuovi per questo tipo di servizio, chiedete aiuto al vostro mentore, ma non contattate il proprietario del maschio prima di sapere qualcosa di più.

Ho tutti gli esempi che ho spesso visto e sentito da parte delle proprietarie delle femmine che chiedono un maschio:

Ci ne sono ancora molto più esempi da dove provengono queste affermazioni.
Quindi iniziate a cercare su facebook o su homepages (io preferisco le homepages con tutte le informazioni facili da vedere), fino a trovare un maschio che vi piace... Naturalmente, se il pedigree non è disponibile, non c'è niente di male a mandare un messaggio o un'e-mail e a chiederlo.

Quando si vuole prendere in prestito un maschio:


Quando si contatta il proprietario del maschio:

Se si ottiene un NO, rispettalo perché nessuno dice no senza un buon motivo, a volte ci sono ragioni che non si vedono. Potete chiedere se l'allevatore vuole dirvi il motivo, forse c'è un motivo per cui si può imparare, ma chiedete in un modo in cui è possibile che l'allevatore non risponda, a volte è difficile dare una risposta.
Forse la risposta farà male? Forse c'è qualcosa di cui il proprietario del maschio non vuole parlare in questo momento?
O qualunque sia la ragione, a volte dobbiamo accontentarci di un no, e che nessuno lo fa senza una buona ragione. 

Autore: Malin Sundqvist

Tradotto da: Diana Sferrazza